I segreti della vera paella valenciana

paella-valenciana-bote-gastraval_2Visto che siete a Valencia, volete imparare tutti i segreti per cucinare decentemente la paella, il piatto della cucina valenciana più universalmente noto nel mondo? Scopriamo oggi come.

Originaria di Valencia, la paella ha un segreto che e’ l’utilizzo del riso locale, il quale   è diventato giustamente la base del piatto, grazie al suo incredibile  gusto e aroma. Tutti i colori e i sapori straordinari della costa orientale sono qui riuniti nella ricetta che presentiamo e si amalgamano al meglio per offrire un piatto davvero incredibile grazie al suo sapore barocco e  robusto.

La paella e’ infatti sinonimo di tradizione, festa e ricomposizione gustosa di terra e mare in una serie di deliziose ricette. Innanzitutto, la paella è un piatto di riso guarnito con verdure, carne e / o pesce, elementi che fanno parte di ogni buona dieta equilibrata. E, soprattutto, viene utilizzato l’olio di oliva per la preparazione, con i vantaggi che esso rappresenta. Consigliamo di andare in un buon ristorante a Valencia per gustare la vostra prima paella valenciana e poi col tempo potete cimentarvi anche voi! Una paella di qualità non è solo un piacere gastronomico, ma esso si attesta nella tradizione valenciana come piatto nutriente, sano e autentico che ci arriva dritto dal Mediterraneo.

Un modo per cucinare al meglio una paella è calcolare il condimento per la salsa, non esagerando e usando solo un cucchiaio di olio a persona. Per rendere più digeribile il tutto, è consigliabile non cuocere troppo il sugo, utilizzare sempre il cibo fresco e non metterci troppo sale. Se si vuole dare più sapore alla padella senza aggiungere sale o di calorie, bisogna usare un brodo fatto in casa o fatto con il fondo di pesce fresco (fatto di solito con le spine e la testa).  La paella si rivela anche un piatto  ideale per far mangiare ai più piccoli le verdure.

Vediamo oggi la ricetta della paella nel dettaglio qui di seguito. Gli ingredienti principali sono:

  • 5 cucchiai di olio d’oliva
  • 1,4 litri di acqua
  • 50 grammi di carciofi
  • 425 grammi di riso
  • 1 pizzico di zafferano
  • 150 grammi di coniglio
  • 50 grammi di fagiolini
  • 0,5 cucchiaini di paprica
  • 150 grammi di pollo
  • 3 cucchiai di pomodoro

Per preparare una paella tradizionale per prima cosa dobbiamo riscaldare l’olio in una padella. Quando comincia a fumare, bisogna aggiungere il coniglio e il pollo che abbiamo da parte già tagliati. Dorate il tutto a fuoco medio.

Una volta rosolati i pezzi di carne, aggiungete tutte le verdure che avrete precedentemente tritato e friggete il tutto per un paio di minuti. Il segreto della paella è infatti il soffritto. Si va poi a fare un buco al centro della padella e qui si mettono i pomodori per soffrigerli. Quando il pomodoro comincia a scurirsi, prendiamo la paprika.

Mescolate bene il tutto e aggiungete l’acqua delicatamente dai bordi nella padella. Lasciate tutto cuocere per bene per circa 30 minuti e aggiungete il sale. Il riso e lo zafferano arrivano per ultimi, avendo cura di mischiare tutto con precisione. A questo punto, mantechiamo la preparazione. Cuocere a fuoco alto fino a quando il riso è fatto e il brodo evapora completamente.

Lasciate riposare cinque minuti, il tutto coperto da un panno e poi servite.

Il trucco per un’ottima paella?

Lasciate che il riso si sia ben mantecato. Ricordatevi di  cuocere a fuoco vivo per i primi minuti e poi abbassate la fiamma fino a che non finisce la cottura.

La paella è un piatto pieno di energia e fornisce difatti per 100 grammi circa sulle 350-500 kcal a seconda dei condimenti che si usano. Tuttavia, come piatto unico o integrato con verdure crude, essa costituisce davvero un menu  equilibrato e adatto a tutti.

 

Articoli più letti:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito web utilizza cookie per ottenere statistiche e mostrare la pubblicità più interessante. Se lei continua a navigare accetta l'istallazione dei cookie.

Chiudi