La crisi fa tornare alla prostituzione le donne spagnole.

Oggi leggevo su El Mundo che la crisi economica ha aumentato il numero di spagnole che sono tornate a prostituirsi per arrivare a fine mese.
Questa situazione sta danneggiando le prostitute straniere tanto da, secondo l’Associazione spagnola dei locali erotici (‘puticlubs’), ridurre i prezzi delle loro prestazioni fino al 40%.
Le spagnole infatti sono richiestissime dai loro connazionali.
Così, possono permettersi prezzi molto elevati, da 50 euro per mezz’ora fino a centinaia di euro all’ora nei casi delle ‘escorts‘ di lusso. Tutto questo per effetto della disoccupazione galoppante in Spagna (è al 14% e si prevede che salga fino al 18-19% nel 2010). E poi, secondo lo stesso articolo del ‘El Mundo’, c’è un fenomeno nuovo: “Le casalinghe spagnole con necessità economiche urgenti che entrano in un mondo con cui non avevano mai avuto contatti”…

Articoli più letti:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito web utilizza cookie per ottenere statistiche e mostrare la pubblicità più interessante. Se lei continua a navigare accetta l'istallazione dei cookie.

Chiudi