Autunno in luoghi incantevoli nei dintorni di Valencia

culleraI dintorni di Valencia hanno moltissimo da offrire per una scampagnata. Ad esempio la città valenciana di Cullera, dove Domenica 29 novembre si inagura nella mattinata il primo giorno di turismo e gastronomia Ruta del Arroz Arroceado in cui, tra le altre cose, si potranno gustare una paella gigante!

Cullera appartiene alla regione di Ribera Baja, appena 38 chilometri da Valencia. E’ un luogo ideale per trascorrere qualche giorno con la famiglia, con i più piccoli o gli amici. La città ha diversi percorsi di ecoturismo per escursioni a piedi e in bicicletta come il percorso di Estany, il percorso di Lloma, itinerari attraverso le risaie o per salire fino alla cima della montagna di Cullera.

Per chi ama il turismo silenzioso vi è la possibilità di prendere il treno turistico con due itinerari inclusi. Entrambi partono dal lungomare; uno vi porterà al sito del castello e l’altro per la Cueva del Pirata Dragut in cui i visitatori potranno vivere e capire la pirateria del XV secolo.

Se c’è qualcosa che caratterizza questa città sicuramente dobbiamo citare la sua accessibilità per le spiagge urbane, semi-urbane e rustiche. Inoltre per gli amanti degli sport d’acqua ci sono anche posti dove si possono praticare facilmente come Cap Blanc o la spiaggia idilliaca di Faro, dove si può godere la tranquillità che offre l’immersione in apnea.

Se si visita Cullera non si può andare via senza provare il suo prodotto di punta: il riso. La sua cucina anche mette in evidenza il “all i pebre“, il “espardenyà” il “suquet de peix“, zarzuela o la fideuà

ayoraDa visitare anche la città valenciana di Ayora il cui centro urbano e rurale si posiziona come il più grande produttore di miele nel centro di Spagna. Questo è il motivo principale dell’evento che celebra i 15 anni della Feria del Primer Corte de la Miel, vacanza conosciuto non solo a livello nazionale. Durante i 4 giorni della spalla di ponte, la città è piena di bancarelle dove offrono tapas a base di miele per 1 €, guidati da vari percorsi in quanto entrambe le escursioni a piedi culturali, degustazioni, giochi, ma anche dimostrazioni con volo di rapaci, concorsi e innumerevoli attività.

Tra l’altro i reperti archeologici nel comune di Ayora sono state dichiarati patrimonio dell’umanità dall’UNESCO. Tra i suoi monumenti architettonici evidenzia quattro di interesse culturale: Castello di Fortaleza, la Chiesa di Santa Maria Maggiore, la Chiesa NS parrocchiale dell’Assunzione e la Cruz Cubierta de San Antón.

Un’altra delle peculiarità è la grande ricchezza naturale che la cittadina e i suoi dintorni offrono, dove gli escursionisti possono fare percorsi diversi tra cui il Hunde, Montemayor, la Sierra de Ayora, Palomera, la città iberica Castellar de Meca oppure Hoz. Troverete anche una  ruta del hilo rojo ovvero un percorso turistico e culturale nel villaggio di Ayora per visitare luoghi, monumenti e tradizioni della città.

Articoli più letti:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito web utilizza cookie per ottenere statistiche e mostrare la pubblicità più interessante. Se lei continua a navigare accetta l'istallazione dei cookie.

Chiudi