Oceanografico di Valencia, l’acquario più grande d’Europa

oceanografico

Oggi vi voglio raccontare, l’immensità e la bellezza di questo enorme struttura che con i suoi 45.000 esemplari e 500 specie differenti, rappresenta il nostro ecosistema marino.

Nel  Museo Oceanografico di Valencia, che è all’interno del Museo dell’Arte e delle Scienze, sono stati riprodotti i principali scenari marini del pianeta.

Dopo essere passati per l’edificio d’ingresso troviamo subito riprodotto l’ambiente del Mar Mediterraneo ed in particolare quello della fauna marina della penisola Iberica, mediante sette diversi acquari dove si possono apprezzare il cambio degli scenari e degli organismi marini che variano a seconda della profondità in cui questi vivono. Impressionante la cupola di cristallo trasparente dove ci si può mettere per essere completamente circondati dall’acqua e da centinaia di pesci che ti nuotano intorno.

Dopo il mar mediterraneo nell’edifico successivo è rappresentato la zona delle acque tiepide e tropicali. In questa sezione dell’Oceanografico vengono rappresentate i fondali marini della costa californiana e quelli della penisola de Izu in Giappone. Qui è bellissimo passeggiare in un lunghissimo tunnel sottomarino di 70 metri, circondato da moltissime specie di pesci viaggiando in un percorso marino che parte dalle coste europee fino ad arrivare nel mare dei tropici. Suggestiva anche la sezione dedicata alle meduse e ai cavallucci marini. Moltissimi anche i pesci tropicali dai mille colori.

All’esterno toviamo la zona che rappresenta le zone umide, dove toviamo, in una uccelliera di 26 metri di diametro, bellissimi uccelli colorati.
Nelle vicinanze dell’ucceliera c’è il lago centrale con i suoi cormorani, i suoi pellicani, i cigni e le simpatiche papere.

Altra zona molto bella è quella riservata alle isole, dove ci sono grandissimi leoni marini, che dire poi della zona dedicata all’Artico, dove è riprodotto un gigantesco iglù di 12 metri di altezza dove potrete osservare il comportamento di foche e delle bellissime e bianche belughe. Nella zona adiacente, quella dell’Antartico  dove in una zona rocciosa giocano e nuotano i divertenti pinguini.

Avete paura degli squali? Allora evitate di entrare nella zona dell’Oceano dove in due torri sottomarine e in un tunnel lungo 30 metri verrete sfiorati dalle principali specie di questi enormi e poco rassicuranti pesci, da enormi razze e altri pesci di grandi dimensioni.

Suggestivo anche l’auditorium dedicato al Mar Rosso, che con i suoi 400 posti e il suo sfondo fatto da un enorme acquario riprodotti i fondali marini di questa bellissima zona del nostro pianeta. Questo è il posto adatto per poter un po’ riposare dopo la lunga camminata in questo splendido posto.

La visita si chiude con il Delfinario più grande d’Europa composto da 5 piscine e dove potrete ammirare un bellissimo spettacolo di questi splendidi mammiferi. L’orario degli spettacoli, vi consiglio di chiederli al momento dell’ingresso, in questo modo riuscirete ad organizzare la visita in modo da non perdere nulla di questo splendido posto.

Al suo interno ci sono vari posti ristoro, vi segnalo in particolare il ristorante sottomarino dove potrete mangiare circondato da migliai di pesci. Un consiglio, se volete mangiare qui, prenotate subito una volta entrati, altrimenti difficilmente troverete posto.

Per info guardate il sito:
www.cac.es

Articoli più letti:

25 Comments on "Oceanografico di Valencia, l’acquario più grande d’Europa"

  1. quanto mi mangio le mani…io non ci sono mai andata..in un anno!!!!sai di quelle cose che rimandi rimandi …e poi!!ah ma nella prossima vacanzina a Valencia gli do la priorità..

  2. antovale | 2 luglio 2008 at 13:27 |

    Da vedere assolutamente.
    E’la prima cosa che vorrei vedere un giorno a Valencia.Lo vedo su tutte le foto!Chiunque è stato lì dice che è una cosa particolarmente affascinante.

    Grazie sempre Alex, almeno cominciamo ad immaginarlo..

  3. confermo veramente molto bello,io ci sono stato appena apri’ comprando i biglietti al carrefour di fronte,per evitare la fila,parlo sempre di diversi anni fa’ ,adesso non so.ciao a tutti

  4. non vedo l’ora di andarci

  5. poison ivy | 20 marzo 2009 at 18:55 |

    io ci andro’ per il 1 maggio e una delle prime cose che visitero’ sara’ sicuramente l’ Oceanografico!!Non vedo l’ora!!

  6. ciao!anche io ci vado l’1 maggio!non vedo l’ora!
    sapete se si possono acquistare i biglietti online?
    o c’è un altro modo per acquistarli prima o cmq per evitare di
    fare la fila?
    grazie!

  7. Giadascript | 3 maggio 2009 at 14:29 |

    Io ci sono stata e non ci tornerei.

    La cosa più brutta è stata proprio vedere i leoni marini, i beluga e i pinguini chiusi in quelle piccole vasche.

    I tour nelle carceri non li fanno..per il resto è esattamente identico.

  8. Parto domattina x Valencia e la giornata di domenica è dedicata x intero a questa magnifica opera d’arte moderna…. Mi piacciono molto le linee architettoniche di Calatrava… non vedo l’ora!!!!! Ho letto che si possono acquistare i biglietti al carrefur davanti al museo x evitare la fila, qualcuno sa se altrimenti ci sono altri posti dove prenderli?? Grazie e buon viaggio a tutti quelli che come me partiranno x questa fantastica città!!!!

  9. I biglietti si possono acquistare anche all’ufficio del turismo, io gli ho presi in quello situato dentro la stazione.
    Non mi piacciono assolutamente gli show del delfinario, delfini o scimmie ammaestrate?

  10. Valentina | 11 luglio 2009 at 19:12 |

    Che belloooo!!non vedo l’ora di visitarlo!!!:)

  11. Ci sono appena stato il 17 agosto 2009. Ha un fascino particolare. Camminare in quella galleria trasparente sottomarina con tutte le quelle specie di pesci che ti sfiorano. Vedere da vicino vis a vis gli squali, murene, razze e poi quei bellissimi pesci tropicali tutti colorati e poi….. Ragazzi se vi trovate in zona non dimenticate di visitarlo e rimmarrete entusiasti.

  12. Ciao io devo andarci a breve , mi sapete dire se lo show del delfinario è compreso nel prezzo d’ingresso o si paga a parte? ciaoo

  13. Ciao lo show del delfinario è compresa nel prezzo di ingresso dell’oceanografic.

  14. settembre 2009.
    Assolutamente da vedere. Meraviglioso!!!

  15. …. e gli squali che nuotano sopra di te…….!!!emozionante e un pò di brivido…!!!Bellissimo…Andate !!

  16. dove posso acquistare i biglietti???e quanto costano??io vado li in crociera…aspetto una risp grazie!!

  17. Ciaoo andrò a valencia il 23 luglio vorrei visitare l’acquario sapete dirmi quanto costa il biglietto e se conviene farlo online?? nn riesco a trovare informazioni sui prezzi.graziee

  18. elisabetta 66 | 20 agosto 2010 at 10:52 |

    Ci vado a fine settembre. Bisogna prenotare in anticipo i biglietti. Quanto tempo bisogna calcolare per goderselo con calma?
    grazie ciao

  19. Almeno una intera mattinata… Buona vacanza!

  20. .. quanto mi costa il biglietto? grazie mille

  21. ciao, sono appena stato lì con mia moglie, vi do alcune dritte, a valencia prendete sempre i taxy, costano 6 euro a corsa e vi consentono di muovervi sempre rapidamente e sicuri (guidano da pazzi) il biglietto è di circa 27 euro a persona, compreso lo show delfini, se prendete anche il museo della scienza andate a prenotare lo spettacolo sullo shuttle, senno non lo vedete (io me lo sono perso) costa 2 euro (biglietto del museo circa 7 euro) e sono 5 spettacoli al giorno per 8 posti per volta, caso mai al mattino prenotate per la sera, tanto non vi fanno problemi per il biglietto, l’oceanografico vi prenderà tutta la giornata, noi siamo entrati alle 10 del mattino e usciti alle 6 di sera, abbiamo pranzato al self service (per via dei costi contenuti rispetto al magnifico ristorante sottomarino) ma l’auditorium mar rosso era chiuso, do ragione solo a chi dice che la zona artica è una prigione, i beluga e i trichechi sono in spazi troppo ristretti (ma comunque enormi) e manifestano la voglia di uscire, comunque un beluga ci ha colpiti andando letteralmente a salutare un bambino che si era avvicinato al vetro dell’acquario, valencia vale la pena di andarci, mangiate i “bocadillos” con 4 euro (a voler esser cari) che sono dei panini molto grandi e ben farciti, rigorosamente con “jamon serrano” che è crudo locale (l’iberico credo sia cinghiale, a voi la scelta) o con la “tenerina” che è carne di vitello nel panino, per gli alberghi circa 70 euro a notte la matrimoniale nei week end e 60 euro infrasettimanali io e mia moglie speriamo di tornarci presto anche solo per un paio di giorni, camminare nei tunnel dell’oceanografico è una sensazione che non si può spiegare, ma bisogna cercare di andare NON NEI FINE SETTIMANA, comunque per acquistare il biglietto non abbiamo fatto fila, ed era sabato mattina

    BUON DIVERTIMENTO

  22. yanelis gainza | 1 agosto 2011 at 21:38 |

    Me gustaria ir almenos una ves,espero de todo corazonnnnnnnnnn…

  23. frankdimida | 9 giugno 2012 at 15:16 |

    qualcuno sa gli orari di apertura?

  24. Qui trovi il link dell’ocenagrafic con gli orari http://www.cac.es/oceanografic/horario/

  25. io sono appena tornata da valencia e l’oceanografico è veramente emozionante

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito web utilizza cookie per ottenere statistiche e mostrare la pubblicità più interessante. Se lei continua a navigare accetta l'istallazione dei cookie.

Chiudi